INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003 (CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATIPERSONALI) E SS.MM.II., NONCHE’ DELL’ART. 13 DEL GDPR (REGOLAMENTO UE 2016/679) PER I GENITORI DEGLI STUDENTI MINORI E PER GLI STUDENTI MAGGIORENNI

– Viste le disposizioni del Decreto Legislativo 30/06/2003, n.196 – “Codice in materia di protezione dei dati personali” – nel seguito indicato sinteticamente come Codice, e ss.mm.ii. (D.Lgs. 101/2018)

– Vista l’emanazione dell’apposito Regolamento del M.P.I. con D.M. n. 305 del 07/12/2006 (G.U. N.11 del 15/01/2007)

– Visto quanto disposto dall’art.13 del Regolamento Europeo n. 679 del 27/04/2016 (GDPR)

Il trattamento dei dati personali da Lei forniti all’atto di iscrizione dello studente all’Istituto sarà improntato a principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Il Titolare del trattamento è tenuto a fornire agli interessati alcune informazioni chiave relative ai dati personali trattati e alle modalità di trattamento, che di seguito si riportano.

Liceità del trattamento

La base giuridica del trattamento è costituita da tutte le normative che regolamentano il servizio di istruzione e formazione che qui si elencano in modo non esaustivo: • D.P.R. n. 417, 418, 419 del 1974 c.d. decreti delegati; • Legge n. 241/1990 Norme in materia di procedimento amministrativo; • Legge n. 104/1992 Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate e ss.mm.ii.; • D. Lgs. n. 297/1994 Testo unico in materia di istruzione; • D.P.R. n. 567/1996 e D.P.R. n. 301/2005 Regolamento per la disciplina delle iniziative complementari e delle attività integrative nelle istituzioni scolastiche; • Legge n. 425/1997, D.P.R. n. 323/1998, Legge n. 1/2007 e D. Lgs. N. 62/2017 recanti regolamenti degli esami di stato conclusivi dei corsi di studio; • D.P.R. n. 355/1999 e Legge n. 119/2017 recanti regolamenti delle misure vaccinali; • D.P.R. n. 249/1998 e sua novella D.P.R. n. 235/2007 recante lo Statuto delle Studentesse e degli studenti; • D.P.R. n. 275/1999 Regolamento Autonomia; • D.M. n. 323/1999 disposizioni per l’elevamento dell’obbligo scolastico; • D.P.R. 257/2000 Regolamento di attuazione dell’obbligo di frequenza di attività formative fino al diciottesimo anno di età; • D.M. n. 139/2007 Regolamento in materia di adempimento dell’obbligo scolastico; • Decreto Interministeriale n. 44/2001 e le norme in materia di contabilità generale dello Stato; • D. Lgs. n. 165/2001 Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; • Legge n. 9/1999 e D.M. n. 489/2001 Norme a vigilanza sull’adempimento dell’obbligo scolastico; • Legge n. 53/2003 Definizione delle norme generali dell’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale; • D. Lgs n. 286/2004 Istituzione del Servizio Nazionale di valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione;

Titolare, Responsabile e Incaricati del trattamento

1. Titolare del trattamento dei dati è l’ISITUTO TECNICO ECONOMICO “A.GENTILI” DI MACERATA, con sede in Macerata alla via Cioci n.6, legalmente rappresentato dalla Prof.ssa Roberta Ciampechini, email: MCTD01000V@istruzione.it, tel: +390733260500

2. Responsabile del Trattamento dei dati è il Gruppo Spaggiari S.p.a.Via Sant’ Orsola, 7 – 42015 Correggio (RE) email: info@gruppospaggiari.it

3. Responsabile della protezione dei dati (RPD)

Il Responsabile della protezione dei dati personali è contattabile ai seguenti recapiti:

Avv. Chiara Frangioni

Via Dalmazia, 6

56126 – PISA (PI)

tel: 050/8920097 – interno 9

mail: DPOePRIVACY@protonmail.com

3. Per esigenze organizzative e di conformità alla normativa nazionale ed europea in materia di protezione dei dati personali, è data facoltà al Titolare di designare ulteriori Responsabili interni o esterni del trattamento dei dati.

5. L’Organigramma dei soggetti cui compete il trattamento dei dati può essere conosciuto facendone richiesta al Titolare del trattamento e consultando il Sito Web della Scuola.

10. Sul sito della Scuola, all’indirizzo internet https://www.itemacerata.edu.it/ è presente la documentazione riguardante la materia; sempre sul sito saranno pubblicati gli eventuali aggiornamenti e la modulistica per avere accesso alle informazioni, secondo quanto previsto dall’art. 7 D.Lgs. 196/2003 e dagli artt.15-22 del DGPR che si riportano integralmente.

Periodo di conservazione dei dati

I dati saranno conservati presso gli archivi dell’Istituto Scolastico per il tempo necessario ad adempiere agli obblighi contrattuali e per eseguire le prestazioni previste dal contratto stesso. Successivamente i dati saranno conservati e non ulteriormente elaborati per il periodo di tempo previsto dalle vigenti disposizioni in materia civilistica. In particolare i tempi di conservazione sono indicati dalle Linee Guida per le Istituzioni scolastiche e dai Piani di conservazione e scarto degli archivi scolastici definiti dalla Direzione Generale degli Archivi presso il Ministero dei Beni Culturali. I tempi di conservazione cartacei e telematici sono stabiliti, infatti, dalla normativa di riferimento per le Istituzioni scolastiche in materia di Archivistica ovvero dal D.P.R. 445/2000, dal Decreto Legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 (c.d. Codice dei beni culturali e del paesaggio) e ai sensi dell’articolo 10 della Legge 6 luglio 2002, n. 137. Il Titolare tratterà, pertanto, i dati personali per il tempo necessario ad adempiere alle finalità di cui sopra e comunque, a fini di servizio, per non oltre 10 anni dalla cessazione del rapporto.

Finalità e modalità del trattamento

Finalità

Tutti i dati da Lei forniti, nell’ambito del rapporto con la presente Istituzione scolastica, verranno trattati esclusivamente per le finalità istituzionali della scuola, che sono quelle relative all’istruzione e alla formazione degli alunni e quelle amministrative ad esse strumentali. In relazione a dati particolari o giudiziari gli stessi sono trattati, in conformità alle norme di cui alla sezione “Liceità del trattamento” per il fine Isituzionale previsto dal Decreto Legislativo 196/2003 integrato con le modifiche apportate dal D.Lgs. 101/2018, ed in particolare dall’art. 2 sexies, comma 2, lett bb) “istruzione e formazione in ambito scolastico, professionale, superiore o universitario” e per le seguenti finalità:

 – Dati relativi allo stato di salute, per assicurare l’erogazione del sostegno agli alunni diversamente abili e per la composizione delle classi; gestione alunni in relazione a casistiche che richiedano il trattamento di dati sanitari quali ad esempio infortuni e sinistri dell’alunno, normativa sulle vaccinazioni, somministrazione farmaci, organizzazione gestione particolari patologie/invalidità dell’alunno, particolari diete per fattori medici o culturali, nonché per garantire I’insegnamento domiciliare ed ospedaliero nei confronti degli alunni affetti da gravi patologie;

– Dati idonei a rivelare le convinzioni filosofiche o di altro genere, le opinioni filosofiche e politiche, I’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale per l’espletamento di attività didattiche ed educative e per la tutela dei diritti dello studente

– Dati relativi alle convinzioni religiose per garantire la libertà di credo religioso e per la funzione  dell’insegnamento della religione cattolica o delle attività alternative a tale insegnamento

– Dati relativi alle origini razziali ed etniche per favorire l’integrazione degli alunni con cittadinanza e per garantire la fruizione di specifici corsi di potenziamento linguistico.

– Dati relativi alle vicende giudiziarie, per assicurare il diritto allo studio anche a soggetti sottoposti a regime di detenzione, In riferimento all’espletamento dell’attività educativa. didattica. formativa. di valutazione. Di orientamento e delle attività di supporto, al fine di verificare la potestà genitoriale in caso di separazione, per l’affidamento per la verifica di applicazione di particolari regimi fiscali, ed inoltre dati per eventuali contenziosi.

Modalità.

Il trattamento dei Suoi dati personali è realizzato per mezzo delle operazioni indicate all’art. 4 Codice Privacy e art. 4 n. 2) GDPR e precisamente: raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dati. I Suoi dati personali sono sottoposti a trattamento sia cartaceo sia elettronico e/o automatizzato. Il trattamento sarà effettuato nel rispetto delle misure di sicurezza indicate dal Codice e delle altre individuate ai sensi del Regolamento; i dati verranno conservati secondo le indicazioni delle Regole tecniche in materia di conservazione digitale degli atti definite da AGID.

Ambito di conoscibilità e di comunicazione dei dati

La comunicazione/diffusione, in osservanza delle norme, riguarda i soli dati consentiti e per le sole finalità istituzionali obbligatorie.

Comunicazione: ad Enti Pubblici e soggetti privati in osservanza di leggi, regolamenti e contratti: uffici ministeriali, enti/funzionari pubblici per ispezioni e controlli, eventuali enti erariali, altre istituzioni scolastiche, istituti tesorieri, assicurazioni, partners di corsi di formazione ecc..

Diffusione: solo previo consenso esplicito alla diffusione di particolari categorie di dati.

I dati sensibili e giudiziari non saranno oggetto di diffusione; tuttavia, alcuni di essi potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici nella misura strettamente indispensabile per svolgere attività istituzionali previste dalle vigenti disposizioni in materia sanitaria, giudiziaria e di istruzione.

Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati

Il conferimento dei dati richiesti e il conseguente trattamento sono obbligatori, in quanto previsti dalla normativa citata al precedente punto 2; l’eventuale rifiuto a fornire tali dati

Conseguenze di un eventuale rifiuto di conferimento

Il mancato conferimento di dati obbligatori potrebbe comportare il mancato perfezionamento dell’iscrizione e l’impossibilità di fornire all’alunno tutti i servizi necessari per garantire il suo diritto all’istruzione e alla formazione.

DIRITTI DELL’INTERESSATO PREVISTI DAGLI ARTT. DA 15 A 22 DEL GDPR

Articolo 15

Diritto di accesso dell’interessato

1. L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e in tal caso, di ottenere l’accesso ai dati personali e alle seguenti informazioni:

a)le finalità del trattamento;

b)le categorie di dati personali in questione;

c)i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, in particolare se destinatari di paesi terzi o organizzazioni internazionali;

d)quando possibile, il periodo di conservazione dei dati personali previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo;

e)l’esistenza del diritto dell’interessato di chiedere al titolare del trattamento la rettifica o la cancellazione dei dati personali o la limitazione del trattamento dei dati personali che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento;

f)il diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo;

g)qualora i dati non siano raccolti presso l’interessato, tutte le informazioni disponibili sulla loro origine;

h)l’esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione di cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4, e, almeno in tali casi, informazioni significative sulla logica utilizzata, nonché l’importanza e le conseguenze previste di tale trattamento per l’interessato.

2. Qualora i dati personali siano trasferiti a un paese terzo o a un’organizzazione internazionale, l’interessato ha il diritto di essere informato dell’esistenza di garanzie adeguate relative al trasferimento ai sensi dell’articolo 46.

3. Il titolare del trattamento fornisce una copia dei dati personali oggetto di trattamento. In caso di ulteriori copie richieste dall’interessato, il titolare del trattamento può addebitare un contributo spese ragionevole basato sui costi amministrativi. Se l’interessato presenta la richiesta mediante mezzi elettronici, e salvo indicazione diversa dell’interessato, le informazioni sono fornite in un formato elettronico di uso comune.

4. Il diritto di ottenere una copia di cui al paragrafo 3 non deve ledere i diritti e le libertà altrui.

Articolo 16

Diritto di rettifica

L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano senza ingiustificato ritardo. Tenuto conto delle finalità del trattamento, l’interessato ha il diritto di ottenere l’integrazione dei dati personali incompleti, anche fornendo una dichiarazione integrativa.

Articolo 17

Diritto alla cancellazione («diritto all’oblio»)

1. L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione dei dati personali che lo riguardano senza ingiustificato ritardo e il titolare del trattamento ha l’obbligo di cancellare senza ingiustificato ritardo i dati personali, se sussiste uno dei motivi seguenti:

a)i dati personali non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti o

altrimenti trattati;

b)l’interessato revoca il consenso su cui si basa il trattamento conformemente all’articolo 6, paragrafo 1, lettera a), o all’articolo 9, paragrafo 2, lettera a), e se non sussiste altro fondamento giuridico per il trattamento;

c)l’interessato si oppone al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1, e non sussiste alcun motivo legittimo prevalente per procedere al trattamento, oppure si oppone al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 2;

d)i dati personali sono stati trattati illecitamente;

e)i dati personali devono essere cancellati per adempiere un obbligo legale previsto dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento;

f)i dati personali sono stati raccolti relativamente all’offerta di servizi della società dell’informazione di cui all’articolo 8, paragrafo 1.

2. Il titolare del trattamento, se ha reso pubblici dati personali ed è obbligato, ai sensi del paragrafo 1, a cancellarli, tenendo conto della tecnologia disponibile e dei costi di attuazione, adotta le misure ragionevoli, anche tecniche, per informare i titolari del trattamento che stanno trattando i dati personali della richiesta dell’interessato di cancellare qualsiasi link, copia o riproduzione dei suoi dati personali.

3. I paragrafi 1 e 2 non si applicano nella misura in cui il trattamento sia necessario:

a)per l’esercizio del diritto alla libertà di espressione e di informazione;

b)per l’adempimento di un obbligo legale che richieda il trattamento previsto dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento o per l’esecuzione di un compito svolto nel pubblico interesse oppure nell’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare del trattamento;

c)per motivi di interesse pubblico nel settore della sanità pubblica in conformità dell’articolo 9, paragrafo 2, lettere h) e i), e dell’articolo 9, paragrafo 3;

d)a fini di archiviazione nel pubblico interesse, di ricerca scientifica o storica o a fini statistici conformemente all’articolo 89, paragrafo 1, nella misura in cui il diritto di cui al paragrafo 1 rischi di rendere impossibile o di pregiudicare gravemente il conseguimento degli obiettivi di tale trattamento;

e)per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria.

Articolo 18

Diritto di limitazione di trattamento

1. L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la limitazione del trattamento quando ricorre una delle seguenti ipotesi:

a)l’interessato contesta l’esattezza dei dati personali, per il periodo necessario al titolare del trattamento per verificare l’esattezza di tali dati personali;

b)il trattamento è illecito e l’interessato si oppone alla cancellazione dei dati personali e chiede invece che ne sia limitato l’utilizzo;

c)benché il titolare del trattamento non ne abbia più bisogno ai fini del trattamento, i dati personali sono necessari all’interessato per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;

d)l’interessato si è opposto al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1, in attesa della verifica in merito all’eventuale prevalenza dei motivi legittimi del titolare del trattamento rispetto a quelli dell’interessato.

2. Se il trattamento è limitato a norma del paragrafo 1, tali dati personali sono trattati, salvo che per la conservazione, soltanto con il consenso dell’interessato o per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria oppure per tutelare i diritti di un’altra persona fisica o giuridica o per motivi di interesse pubblico rilevante dell’Unione o di uno Stato membro.

3. L’interessato che ha ottenuto la limitazione del trattamento a norma del paragrafo 1 è informato dal titolare del trattamento prima che detta limitazione sia revocata.

Articolo 19

Obbligo di notifica in caso di rettifica o cancellazione dei dati personali o limitazione del trattamento Il titolare del trattamento comunica a ciascuno dei destinatari cui sono stati trasmessi i dati personali le eventuali rettifiche o cancellazioni o limitazioni del trattamento effettuate a norma dell’articolo 16, dell’articolo 17, paragrafo 1, e dell’articolo 18, salvo che ciò si riveli impossibile o implichi uno sforzo sproporzionato. Il titolare del trattamento comunica all’interessato tali destinatari qualora l’interessato lo richieda.

Articolo 21

Diritto di opposizione

1. L’interessato ha il diritto di opporsi in qualsiasi momento, per motivi connessi alla sua situazione particolare, al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai sensi dell’articolo 6, paragrafo 1, lettere e) o f), compresa la profilazione sulla base di tali disposizioni. Il titolare del trattamento si astiene dal trattare ulteriormente i dati personali salvo che egli dimostri l’esistenza di motivi legittimi cogenti per procedere al trattamento che prevalgono sugli interessi, sui diritti e sulle libertà dell’interessato oppure per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria.

2. Qualora i dati personali siano trattati per finalità di marketing diretto, l’interessato ha il diritto di opporsi in qualsiasi momento al trattamento dei dati personali che lo riguardano effettuato per tali finalità, compresa la profilazione nella misura in cui sia connessa a tale marketing diretto.

3. Qualora l’interessato si opponga al trattamento per finalità di marketing diretto, i dati personali non sono più oggetto di trattamento per tali finalità.

4. Il diritto di cui ai paragrafi 1 e 2 è esplicitamente portato all’attenzione dell’interessato ed è presentato chiaramente e separatamente da qualsiasi altra informazione al più tardi al momento della prima comunicazione con l’interessato.

5. Nel contesto dell’utilizzo di servizi della società dell’informazione e fatta salva la direttiva 2002/58/CE, l’interessato può esercitare il proprio diritto di opposizione con mezzi automatizzati che utilizzano specifiche tecniche.

6. Qualora i dati personali siano trattati a fini di ricerca scientifica o storica o a fini statistici a norma dell’articolo 89, paragrafo 1, l’interessato, per motivi connessi alla sua situazione particolare, ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano, salvo se il trattamento è necessario per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico.

Articolo 22

Processo decisionale automatizzato relativo alle persone fisiche, compresa la profilazione

1. L’interessato ha il diritto di non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano o che incida in modo analogo significativamente sulla sua persona.

2. Il paragrafo 1 non si applica nel caso in cui la decisione:

a)sia necessaria per la conclusione o l’esecuzione di un contratto tra l’interessato e un titolare del trattamento;

b)sia autorizzata dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento, che precisa altresì misure adeguate a tutela dei diritti, delle libertà e dei legittimi interessi dell’interessato;

c)si basi sul consenso esplicito dell’interessato.

3. Nei casi di cui al paragrafo 2, lettere a) e c), il titolare del trattamento attua misure appropriate per tutelare i diritti, le libertà e i legittimi interessi dell’interessato, almeno il diritto di ottenere l’intervento umano da parte del titolare del trattamento, di esprimere la propria opinione e di contestare la decisione.

4. Le decisioni di cui al paragrafo 2 non si basano sulle categorie particolari di dati personali di cui all’articolo 9, paragrafo 1, a meno che non sia d’applicazione l’articolo 9, paragrafo 2, lettere a) o g), e non siano in vigore misure adeguate a tutela dei diritti, delle libertà e dei legittimi interessi dell’interessato.

Modalità di esercizio dei diritti

L’interessato potrà in qualsiasi momento esercitare i diritti di cui sopra contattando il Titolare o il Responsabile Protezione Dati (RPD) agli indirizzi sopra indicati. Il Titolare o il RPD provvederanno a prendere in carico la Sua richiesta e a fornirLe, senza ingiustificato ritardo, e comunque, al più tardi entro 30 giorni dal ricevimento della stessa, le informazioni relative all’azione intrapresa a seguito della alla Sua istanza. Ai sensi dell’art. 12 GDPR, l’esercizio dei diritti in qualità di interessato è gratuito. Tuttavia, in caso di richieste manifestamente infondate o eccessive, anche per la loro ripetitività, il Titolare, alla luce dei costi amministrativi sostenuti per gestire le Sue istanze, potrebbe addebitarLe un contributo spese ragionevole o non soddisfare la Sua richiesta. La informiamo, inoltre, che, a fronte di un’istanza, il Titolare potrà chiedere ulteriori informazioni necessarie a confermare l’identità dell’interessato.